homepage organi commissioni albo normativa documenti ufficiali formazione eventi modulistica link utili
-
URP
Note Legali
Elenco siti tematici
Privacy policy
PRIVACY

Amministrazione Trasparente
rassegna stampa fiscale novità fiscali scadenze fiscali rassegna stampa legale contatti
Codice tributo per l’utilizzo in compensazione del credito d’imposta per le commissioni addebitate per le transazioni effettuate con pagamenti elettronici
Venerdì, 25 Settembre , 2020
Gli esercenti attività di impresa, arte o professioni hanno diritto ad un credito di imposta pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante strumenti di pagamento elettronici tracciabili. Tale credito d’imposta spetta per le commissioni dovute in relazione a cessioni di beni e prestazioni di servizi resi a consumatori finali a partire dal 1°luglio 2020, a patto che i ricavi/compensi dell’esercente, relativi all’anno d’imposta precedente, non superino i 400mila euro. Per consentire l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per le commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante strumenti di pagamento elettronici, l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 48/E del 31 agosto 2020, ha istituito il codice tributo ‘6916’ denominato ‘Credito d’imposta commissioni pagamenti elettronici – articolo 22, decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124’.
(Vedi risoluzione n. 48 del 2020)


| copyright ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI TRIESTE | codice fiscale: 90118670323|
| site by metaping | admin |